AAA: cercansi pagliacci italyani

08 Gennaio 2009: di Ciao Europa su primopiano, 734 letture
La notizia è ghiotta. Ed io la immetto in circolazione. Fiamma Nirenstein, “giudea/israeliana/italiana”e deputata del PdL, organizza una manifestazione per “dare solidarietà ad Israele” (1). E parteciperanno in tanti, su invito, perché è giusto “difendere gli Israeliani”, che come ha recentemente dichiarato Gasparri del PdL, “vengono massacrati dai Palestinesi”.

La manifestazione sarà bipartisan, a riprova che i “pagliacci italiani” e i “pecoroni di Sion” abbondano sia nel PD che nel PdL. E le mie non sono “parole in libertà”. Tanto per dire, tutti questi pagliacci sostengono che i “partigiani italiani sono eroi purissimi”. Ed ogni 25 Aprile ne celebrano le glorie. Solo che i “partigiani afgani, iracheni e palestinesi sono terroristi”. Parola di giudei.

E se Israele, in Palestina, sta uccidendo tanti civili, è tutta colpa di Hamas. Che altro può fare Israele se non bombardare sul mucchio? Mica può fare come Graziani, “criminale fascista”! Il “tiranno Mussolini”, ideatore del “male assoluto”, volendo riconquistare la Cirenaica, affidò le operazioni al generale Graziani. E costui, da criminale fascista, aprì dei campi di concentramento per i civili, in modo da separare i “civili” dai “guerriglieri”. Graziani in pochi anni sconfisse la “guerriglia senussita”. Gli Israeliani, invece, non sono criminali, non sono fascisti,; ma sono il “bene assoluto”. Combattono i “terroristi” dal 1948 e continueranno a combattere i “terroristi” fino a quando la Palestina non sarà completamente ripulita dai Palestinesi.

Alla riunione sono invitati tutti i “buoni amici di Israele”. Tutti, tranne D’Alema che, di tanto in tanto, ha dei soprassalti d’intelligenza. E Veltroni ci piange su: nel PD siamo tutti pagliacci italyani, tutti pecoroni di Sion (2). E speriamo che a D’Alema non scappi, come a Dante: “l’esilio che m’è dato ad onor mi tegno”. Io, per me, e sempre in ossequio a Dante, direi agli Italiani tutti: “Uomini siate e non pecore matte, sicché il giudeo tra voi di voi non rida”. Ma poiché USA/Israel nel 1945 ci ha “liberato”, e poiché ammannisce la mangiatoia, molti correranno a manifestare “amicizia ad Israele”, stato assassino, genocida e razzista. Sono i soliti Italyani del “Franza o Spagna, purché se magna”. Completa la sfilata Riccardo Pacifici che ribadisce la sua fedeltà alla “Patria” (3).

Insomma: un convegno di “patrioti”: pessimi Italyani, ma fedelissimi di Sion.

di Antonino Amato

(1) “Per Israele. Manifestazione al Parlamento” in “Corriere della Sera” dell’8 gennaio 2008, pagina 10;

(2) “Veltroni con D’Alema” in “Corriere della Sera” dell’8 gennaio 2008, pagina 10;

(3) “Vogliamo solo chi non parla con Hamas” in “Corriere della Sera” dell’8 gennaio 2008, pagina 11.