Il Grillo sparlante

29 Novembre 2008: di Legionario su primopiano, 580 letture

Contestato il comico che aveva calunniato il Blocco Studentesco favorendo il clima da strategia della tensione che godé dell'intervento del suo tutore Di Pietro

Alla fine della tappa di Latina del “Delirio Tuor”un gruppo di militanti di Casapound Latina ha deciso di contestare il “comico” genovese. Le porte del palabianchini erano spalancate e cosi la scelta è stata ovvia :entrare all’ interno della struttura mentre Grillo rilasciava le sue dichiarazioni e, a striscione spiegato che recitava “Grillo pinocchio parlante “ siamo entrati intonando a più riprese il coro “buffone” e “vergogna” per poi concludere con un “siamo tutti quanti infiltrati” riferendoci a quando con una bella matitina rossa e in preda al suo “delirio” cerchia le facce dei ragazzi del Blocco Studentesco e annuncia al mondo di aver scoperto, tra gli studenti attivisti del nostro gruppo, un infiltrato della polizia. Salvo poi essere smentito poche ore dopo da un’intervista che ovviamente il predicatore ligure non ha visto o ha fatto finta di non vedere per non dover ammettere l’ennesima figuraccia. Il clima dopo i fatti di Piazza Navona è stato terreno fertile per tutti quei personaggi noti che sfruttano occasioni del genere per spargere benzina sul fuoco dell’intolleranza nei confronti di una precisa parte politica, e anche Grillo ha partecipato al carosello in stile soccorso rosso, dove si scagionavano i “pacifici” manifestanti di sinistra armati di caschi e a viso coperto per scegliere di demonizzare 30 ragazzi che hanno tentato di difendersi da un’orda che aveva tutt’altra intenzione che dialogare pacificamente. Proprio per protestare contro il suo comportamento scorretto e fazioso abbiamo deciso di contestare il pinocchio Beppe Grillo, sempre pronto in prima fila a sputare sentenze, per poi essere sistematicamente smentito subito dopo in maniera certa ed inequivocabile. Ed in tutto questo, aspettiamo ancora che si degni di chiedere scusa al ragazzo accusato di essere un infiltrato e a tutto il Blocco Studentesco.

Durante la contestazione, siamo stati ovviamente respinti fuori dalla sicurezza presente in gran numero all’evento che non ha gradito la facilità con cui siamo riusciti ad entrare e a ritrovarci a pochi metri dal giullare genovese.


Il video
http://it.youtube.com/watch?v=VHm8vRTvYXE


CASAPOUND
Viale XVIII Dicembre,33
www.crocemaestrale.org