Attentati ad orologeria!

27 Novembre 2008: di Alberto Maietta su primopiano, 549 letture

Roma, 27 nov. (Apcom) - Un estremista dentro l'hotel Oberoi di Mumbai (uno dei due assaliti dai terroristi) ha parlato telefonicamente con un canale televisivo indiano affermando di essere con altri sei compagni e chiedendo che tutti "I Mujaheddin detenuti in India siano rilasciati, solo dopo lasceremo andare gli ostaggi. I musulmani che vivono in India non devono essere tormentati"."Siamo in sette dentro l'hotel Oberoi" ha detto l'uomo che si è identificato come 'Sahadullah' e ha detto di tenere in ostaggio numerose persone.La situazione appare ancora caotica: ci sono teste di cuoio indiane sia dentro l'hotel Oberoi sia dentro l'altro albergo di lusso attaccato, l'hotel Taj Mahal, dentro cui è anche scoppiato un incendio. Ma all'interno dei due alberghi si stanno svolgendo due assedi con gli ostaggi come pedine. Dentro il Taj cinque sospetti terroristi sono stati uccisi in scontri a fuoco nella notte.Maharashtra Vilasrao Deshmukh, primo ministro dello Stato di Maharashtra, ha confermato inoltre la morte di cinque alti dirigenti della polizia negli assalti, fra cui il capo dell'antiterrorismo Hemant Karkare. "L'operazione delle forze di sicurezza è ancora in corso" ha confermato.Oltre alle teste di cuoio sono in azione per liberare gli ostaggi anche squadre speciali della marina e personale delle forze di Azione Rapida. I due alberghi non sono ancora "sotto controllo" ha aggiunto il 'chief minister' dello Stato.