Oscar, trionfo per i Coen

25 Febbraio 2008: di Antea su spettacoli_e_cultura, 854 letture

Questa volta sono stati i fratelli Ethan e Joel Coen con il film 'Non è un Paese per vecchi' a raccogliere una buona quantità di statuette degli Oscar 2008. Ma senza strafare, come era successo per altri loro colleghi gli anni passati. Così i fratelli registi si riscattano dalla tiepida accoglienza di Cannes, dove non aveva vinto nulla. I quattro premi che si sono assicurati sono stati quelli per il migliore film, migliore regia, migliore sceneggiatura non originale, miglior attore non protagonista con l'attore spagnolo Javier Bardem (il primo iberico ad essere mai premiato con un Oscar). Il film dei Coen, un po' western e un po' thriller, è ambientato nel 1980 sulle rive del Rio Grande e racconta le vicende di un veterano del Vietnam coinvolto in una resa dei conti tra trafficanti di droga con relativi omicidi e del ritrovamento da parte del protagonista di una borsa con 2 milioni di dollari dentro e tutto quello che ne consegue. Tornando all'evento degli Academy Awards, sul fronte degli attori l'Europa la fa da padrona. Cosa piuttosto rara a Los Angeles. Era quasi scontata la vittoria dell'inglese Daniel Day-Lewis, protagonista con la pellicola 'Il petroliere' di Paul Thomas Anderson. Per le attrici il riconoscimento va a premiare, questa volta, la splendida attrice francese Marion Cotillard per il ruolo di Edith Piaf in 'La vie en rose', mentre il premio come migliore attrice non protagonista è andato alla scozzese Tilda Swinton per un altro grande film: 'Michael Clayton'. Nella serata più importante per il cinema internazionale ci sono stati riconoscimenti anche per il nostro paese. Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo hanno vinto l'Oscar alla migliore scenografia per 'Sweeney Todd' di Tim Burton (erano già stati vincitori nel 2005 per The Aviator), e Dario Marianelli si è guadagnato l'Oscar per la migliore colonna sonora originale per 'Espiazione'. Il miglior film straniero è stato quello dell'austriaco Stephan Ruzowitzky, 'Il falsario' mentre 'Ratatouille' ha vinto la statuetta d'oro per il miglior film di animazione. Momento di commozione, infine, durante la proiezione sullo schermo del Kodak Theatre delle immagini commemorative degli artisti scomparsi quest’anno: Heath Ledger, Michelangelo Antonioni e Ingmar Bergman.