Kosovo : base del narcotraffico

24 Febbraio 2008: di Legionario su primopiano, 655 letture
Il rappresentante della Russia presso la Nato dice pubblicamente la verità che tutti gli osservatori conoscono ma quasi tutti tacciono.

"Il processo di riconoscimenti dell'indipendenza del Kosovo è stato finanziato con il denaro della droga!”. Lo ha affermato Dmitri Rogozin rappresentante permanente della Russia presso la Nato. “Da tanto tempo il Kosovo, oltre ad essere un crocevia della droga destinata all'Europa, è un immenso laboratorio. La mafia della droga ha investito somme colossali per imporre una tendenza politica favorevole al riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo”. “Saremo probabilmente testimoni di scandali politici legati alla corruzione dei politicanti ad opera dei fondi prodotti dal narcotraffico”. Infine Rogozin ha concluso affermando che “quando certe forze estremistiche prendono il potere c'è sempre dietro il denaro sporco. E in Europa il denaro sporco proviene quasi esclusivamente dal narcotraffico”.


Fonte : NoReporter