Padania indipendente?

12 Febbraio 2008: di Berangher su primopiano, 672 letture
Il governo russo ha messo di nuovo in guardia i Paesi occidentali sul riconoscimento dell'indipendenza del Kosovo. Secondo quanto ha affermato il ministro degli esteri russo Sergey Lavrov, l'indipendenza causerebbe una reazione a catena di movimenti secessionisti in Europa e nel mondo. Il ministro non ha fatto il nome delle zone a rischio, fra le quali potrebbe essere inclusa anche la Cecenia, ma ha ribadito che il riconoscimento dell'indipendenza senza l'approvazione delle Nazioni Unite sarebbe molto negativo per la sicurezza globale. Lavrov ha detto che siamo di fronte alla distruzione di tutti i fondamenti della legge internazionale in Europa, che è il risultato di anni di sofferenza, guerre e conflitti, che la secessione kosovara minerà le basi della sicurezza in Europa e causerà inevitabilmente in una reazione a catena in molte parti del mondo, inclusa l'Europa. La Russia, alleata della Serbia, è contraria all'indipendenza della provincia albanese e già una volta ha posto il veto a una risoluzione in tal senso al Consiglio di sicurezza dell'Onu.