Calciomercato invernale.Il Punto

31 Gennaio 2008: di Rastatoti su sport, 833 letture

Non è stato un mercato di riparazione ricco di colpi quest'anno e come ormai succede da qualche anno, per molti il mercato di Gennaio anche per i più in difficoltà più che essere un'opportunità di rinascita è diventato un po' una palla al piede;il mercato del Torino ad esempio nè la prova lampante.Enormi erano le difficoltà in estate,e enormi sono ora con zero acquisti messi a segno dal criticatissimo D.S. Antonelli.Novellino si vedrà costretto a soffrire fino a Maggio per la salvezza a meno che Di Michele and Co. comincino a fare gol.Il colpo vero è proprio è stato assestato dal Milan con Pato anche se il ragazzo si sa è stato sei mesi a Milanello ad allenarsi a causa della sua non tesserabilità in estate causa la minore età;non male comunque il brasiliano che in cinque partite ha fatto tre gol di cui due decisivi al fine dei risultato.Alla voce Juventus la faccenda si fa ricca in quanto i bianconeri con Secco a girare per mezza Europa, hanno piazzato e messo a punto vari colpi di mercato più o meno importanti.Ranieri allenatore della Signora,pensa in grande e fino adesso i fatti gli stanno dando ragione.In arrivo Sissoko dal Liverpool,Stendardo dalla Lazio e ceduto Almiron al Monaco la juve così potrà cercare di migliorare il suo attuale terzo posto in classifica Roma permettendo.L'inter con Maniche dall'Atletico Madrid ha sitemato il centrocampo in emergenza infortuni mentre le piccole squadre hanno messo a segno vari colpi più che altro per cercare di arrivare alla salvezza in maniera più tranquilla di come sia stato fino ad ora.La Reggina ha preso Stuani,attaccante dal Danubio(19 gol l'anno scorso),La Lazio ha fatto tornare Bianchi da Manchester,ha preso Radu dalla Dinamo Bucarest.Il Cagliari Storari dal Levante del tecnico De Biasi,Jeda dal Rimini.La Fiorentina ha assestato diversi colpi proseguendo nella sua grande coltivazioni di giovani calciatori interessanti per farli diventare grandi campioni,si veda per esempio Cacia dal Piacenza e Da Costa (classe '86) dal PSV.Il resto dei colpi è puro contorno di un calciomercato invernale che è ormai più un onere che un onore.