Palline di plastica a piazza di Spagna

16 Gennaio 2008: di Legionario su arte, 1176 letture

...e di palle, giù dalla scalinata di Piazza di Spagna, stamattina ne sono venute giù in quadricromia, rosso dominante, 500 mila.

Parole, musica e colori di Graziano Cecchini.

Sì, proprio lui, quello che nell’ottobre scorso ha colorato di rosso Fontana di Trevi.

Che quell’happening non sarebbe rimasto un’azione isolata, Graziano Cecchini l’aveva dichiarato pubblicamente e, da uomo di parola qual è, ha mantenuto la promessa...

Sorprendendo di nuovo tutti con effetti futuristi, ha scatenato l’immaginazione mandandola al potere...

E se Rosso Trevi rivendicava la sua legittimità artistica puntando l’indice contro i malesseri di una società dissanguata da tasse, mutui, lavoro precario, rialzo ingiustificato dei prezzi, stavolta FTM-Azione Futurista, la gioiosa macchina da guerra di Cecchini, ha fatto esplicito riferimento all’emergenza rifiuti di Napoli.

Ovviamente, ci toccherà riascoltare i grigi mestatori dell’ordine prima di tutto levare alto il lamento del così non si fa. Come si è affrettato l’assessore comunale alla sicurezza Jean Leonard Touadi che, primo fra tutti, ha appena sentenziato: “Tale comportamento non è accettabile. Errare humanum est, perseverare è diabolico”.

Perseverare sarà pure diabolico, ma se sono la poesia e la bellezza a farlo, l’errore dov’è?

TATTA..RA.TA Tatta ratatattaratatata...

di miro renzaglia


tratto da : http://www.mirorenzaglia.com