I tornelli italiani

18 Ottobre 2007: di Berangher su sport, 789 letture

Finalmente anche gli organi di stampa si stanno accorgendo di quanto sia difficile andare allo stadio e acquistare un biglietto delle partite.Apprendiamo con soddisfazione che vi sono giornalisti come Alessandro Pasini del “Corriere della Sera” che hanno capito come la legge “Amato” ha avuto effetto solo nella parte corretta e civile dei tifosi di calcio, come gli affiliati alla nostra Associazione.Concordiamo appieno sui giudizi espressi dal giornalista e ci sentiamo di aggiungere che i legislatori e le società non hanno tenuto mai in considerazione la parte sana dei tifosi di calcio, che è la maggioranza e che, inevitabilmente, si sta allontanando sempre più dagli stadi.Giungono innumerevoli le segnalazioni di disfunzioni che sono figlie della legge in questione che sta togliendo a tutti la gioia di recarsi allo stadio. La partita per noi era anche motivo d’incontro con tanti altri tifosi e amici mentre ora è solo una gimcana tra divieti, tornelli e perquisizioni.Speriamo ora che anche tutti gli addetti ai lavori, organi istituzionali e sportivi, aprano gli occhi e si rendano conto degli errori, per non chiamarli orrori, e danni che stanno facendo alla parte sana del calcio.







www.aimc.eu