I sims, lo zoo e tutto il resto

12 Ottobre 2007: di Lovetrain su attivita, 1465 letture

In queste giornate in casa non posso far altro che sedermi e trovare qualcosa da fare. Cambiando pc, ho detto addio ad uno dei miei giochi preferiti "The Sims2", visto che era installato direttamente all'interno, ma, appunto proprio perche' uno dei piu' simpatici, prima dell'operazione, ho ricomprato la base originale e ho passato alcune serate a vivere una vita virtuale.
Io aspiro alla conoscenza, lavoro come aiutante di laboratorio e ho una piccola casa confortevole. Franco inizia la sua carriera come rapinatore ed un giorno passa davanti al mio giardino e facciamo amicizia.
Non trascorre un giorno senza una telefonata o una visita, finche' non gli chiedo di venire a vivere con me, che nel frattempo ho fatto carriera e sono diventata un medico generico. Lui, naturalmente, accetta ed esprime da subito il suo desiderio di paternita', avendo aspirazioni famigliari.
"Certo, avere un figlio renderebbe la nostra unione piu' solida di quanto gia' lo sia" dico io, e tra una salsa e un tuffo in piscina, cambiamo casa e mettiamo al mondo due maschi, nel giro di un paio d'anni: Peppino e Darko.
I ragazzi crescono e sono uno piu' bello dell'altro, entrambi con caratteristiche di mamma e papa'! Nessuno dei due riesce a farsi ammettere alla scuola privata, ma i voti a scuola non scendono mai sotto il 9 in pagella e nel giro di poco tempo sono pronti per un piccolo lavoro part-time, legato alle loro ispirazioni: Peppino, desideroso di soldi e successo, aiuta in un laboratorio di ricerche, mentre Darko, alla ricerca di popolarita', si impegna nel sociale.
Il tempo non lo ferma nessuno e anche i miei Sims crescono, ma grazie ai punti accumulati possono acquistare l'elisir di lunga vita e restare sempre giovani e forti.
Dopo due maschi io e Franco ci incontriamo sotto le coperte non solo per fare "fiki-fiki" (termine specifico usato nel gioco), ma per mettere al mondo un altro figlio... o meglio, figlia: Arcibalda, che una volta adulta ricerchera' l'amore perfetto ovunque, fuggendo ogni volta da qualsiasi tipo di relazione duratura... in poche parole 'na mign...! ;-)
Peppino e Darko, nonostante abbiano desiderio di dimettersi per dedicarsi totalmente alla creazione di capolavori sul cavalletto per venderli a prezzi stratosferici, continuano ugualmente ad impegnarsi nei loro lavori, diventando il primo direttore del personale (come la sua mamma) e il secondo capo di una squadra di Swat, come la sorella. Franco, abbandonati i panni da ladro, tenta carriera nella polizia, ma subito si dimette e trova la sua perfezione nello sport diventando Leggenda Vivente! Ma le sorprese non sono finite...
Infatti, per rendere tutto ancora piu' realistico, creo il personaggio della mia mamma e la faccio trasferire con noi, poco prima che i due ragazzi, ormai in eta' di matrimonio, si trasferiscano con le loro rispettive compagne altrove, lasciandomi piu' gestione nel gioco!
Io, Franco, Arcibalda e mamma viviamo tutti sotto lo stesso tetto: una casa su tre piani, con tutti i confort possibili ed immaginabili, la piu' bella casa del quartiere Bellavista e con un reddito altissimo.
Chi conosce il gioco sapra' che interagendo tra di loro i personaggi accrescono il desiderio di stare l'uno con l'altro e cosi' tra mamma e Franco c'e' una sorta di infatuazione e sono costretta a divagare mamma con un nuovo acquisto gia' presente nel gioco: Achille. Non passa molto tempo che i due si innamorano e posso trasferirli in una casa in cui potranno vivere felici tutto il resto della loro vita.
Ora, io e Franco ci ritroviamo la bellezza di 6 camere da letto matrimoniali, 3 salotti, 4 bagni e tutta la mobilia da dividere solo con Arcibalda, che a breve sbolognera' anche lei da qualche parte! ;-) E allora poi cosa faremo? ... altri figli, sicuramente... tanto nel virtuale io male non ne sento! ;-)

Ecco qui, la storia dei miei Sims, accantonati da un po' di giorni per un altro tipo di gioco che mi stuzzica l'ingegno "Broken Sword 3 L'angelo della morte". Quel genere di avventure in cui bisogna andare in giro, parlare con le persone, trovare gli oggetti ed abbinarli tra di loro, riuscire insomma a risolvere tutti gli enigmi per arrivare alla fine del gioco che dura giorni e giorni! Lo confesso, ogni tanto qualche suggerimento lo devo guardare, ma ce ne sono alcuni che bisogna avere proprio fantasia per arrivare a pensare a quella cosa da fare!

Messo da parte anche questo, che proprio ieri mi ha lasciato davanti le porte del Monastero dell'Ordine di San Michele a Roma, cercando di capire se quella che George "si e' ...ehm... zompettato" in hotel e' una suora vera o no... ecco che un paio di orette al giorno, dalle 14 alle 16, mi diletto nel disegno con la mia enciclopedia "Il fumetto" della De Agostini e Disney, ascoltando lo Zoo di Radio 105 (insieme a Franco quando c'e').
Non e' comunque l'unico zoo con cui occupo il tempo; infatti il computer torna ad essere il protagonista con i "tycoon", ovvero quei giochi simulatori di gestione di aziende diverse, in questo specifico caso, appunto, di uno zoo. Piazzo le mie belle recinzioni, cerco di fare i soldi per dare tutti i confort possibili agli animaletti presenti e mi godo i visitatori che gironzolano tra voliere e giardini giapponesi. Cosi' come davanti al mio bel luna park di Rollercoaster2, sempre della serie "tycoon", dove i pupetti alla fine di uno scenario vincente lasciano andare i palloncini in aria per farmi un applauso! ;-)

Naturalmente, dulcis in fundo, non puo' mancare un gioco di azione... e cosa c'e' di meglio della nostra sensualissima Lara? Davvero, non poteva mancare qui sopra la mia scrivania, tra tutto il resto che evito di elencarvi ;-)

Bene, dato che il dottore mi ha ordinato di non sforzarmi a causa di un'infiammazione ai punti, con tanto di ripresa di antibiotici e pomata, non posso far altro che salutarvi e immergermi in qualche mondo virtuale per aspettare il ritorno di Franco da lavoro.

E stasera... cinema!


www.lovetrain.it