What women want

07 Maggio 2005: di illogica su costume_e_societa, 1305 letture

Perchè noi donne abbiamo così bisogno di amare? Nel mio caso... perchè ho così bisogno di essere amata? Questa semplice affermazione mi porta a riflettere sulle due diverse categorie di donne. Quelle per cui è prioritario amare e quelle che vogliono essere amate innanzitutto. Logico che il quadro si completa quando si viene corrisposte. Ma io mi fermerei alla prima battuta.

Le donne per le quali è prioritario amare sono esclusiviste. Scelgono la "preda" e, solitamente, non mollano la presa finchè il poveretto - anche per stanchezza - non alza bandiera bianca. Tutte le loro energie sono convogliate nella ricerca dell'unico uomo che sono destinate a rendere felice. Le donne della categoria A sono molte, sono la maggioranza, vuoi per background culturale, vuoi perchè noi donne siamo sempre e cmq tutte delle mamme, anche a 10 anni. Tutti gli uomini adorano le donne di questa tipologia, salvo poi trovarle noiose dopo un pò di tempo. All'inizio si cullano nella beatitudine di coccole e considerazione, dopo qualche anno iniziano a guardarsi attorno in procinto di una nuova battuta di caccia. I più furbi, però, non rinunceranno mai alla moglie/fidanzata/compagna della categoria A. Anche io ve lo sconsiglio vivamente: tenetevele! Sono una sicurezza, un'ancora, un punto fermo.

Donne di questo tipo danno delle certezze: dalla camicia stirata perfettamente, alla perfetta disponibilità al sabato sera per andare a mangiare la pizza (dove e con chi volete voi, ovviamente!). Il sottotipo A1 della categoria A poi... è un vero gioiellino. E' quella che nonostante la sua vita giri unicamente attorno al pisello del proprio uomo, per oscure ragioni ha un fisico ancora invidiabile nonostante gli anni che passano, si cura e le basta poco per risaltare sempre al meglio. E' una rarità, difatti in tutto il mondo se ne contano solo poche unità all'ultimo censimento (nomi e indirizzi in calce al post!).

Inutile che vi descriva il sottotipo A2. Vi scodella qualche figlio, inizia a girare in felpa e calzettoni di spugna per casa con il becco nei capelli, però manda marito e figli perfettamente in ghingheri sempre ed in ogni occasione. In caso di particolari eventi, tirerà fuori dall'armadio il vestito indossato alla comunione dell'ultimo figlio, andrà dalla parrucchiera e... crepi l'avarizia, deciderà anche per un nuovo taglio di capelli "che la fa sentire così sbarazzina". Il risultato sarà ritrovarvi nel letto, dopo solo due giorni, l'orso Baloo con sopra la testa di Rita Pavone!

Comune a tutte le donne della cat.A è un piccolo particolare: hanno uomini belli. O comunque uomini che loro reputano più belli di loro stesse. Il Risultato dell'equazione sarà (generalizzo qui, eh?)

donna accondiscendente = uomo sessualmente mediocre

Eh si, cari miei... purtroppo accade! La cat. A da così tanta sicurezza che poi, alla fine... ma chi ve lo fa fare di sbattervi più di tanto? Tanto loro sono contente lo stesso: hanno la spesa da fare, il bimbo da portare a musica, la piccoletta a danza, il caffè con l'amica dopopranzo o il pranzo con le colleghe... Insomma, loro hanno comunque le loro soddisfazioni (?). Uno stallone la sera a letto, stonerebbe con il quadretto appena fatto.

Con vergogna ammetto di essermi "travestita" da categoria A1 anche io, ma solo per una questione di quieto vivere. Ebbene si, ho il mio felpettone appeso dietro la porta della mia camera, da sfoggiare all'occorrenza. Soffro a girare col becco nei capelli, ma DEVO farlo. Non voglio risvegliare gli istinti da stallone, per cui mi mimetizzo. Poi, a notte fonda, sotto le coperte, rassicurata dal lento russare, sfilo i calzettoni di spugna, levo il felpone e beata mi addormento nuda tutta profumata del mio Allure di Chanel.

Categoria B, le donne che devono innanzitutto sentirsi amate. Le riconoscete subito: sono quelle con il codazzo di maschietti a seguito. Poco importa se siano belle o meno, loro spargono ferormoni come fosse miele per accalappiare mosconi. Di norma adottano la tecnica del mordi e fuggi, della serie ve la fanno annusare, salvo ritrarla nel giro di 2 nanosecondi. Loro cercano un uomo con particolari qualità, ma non si scomodano a cercarlo. Sanno che prima o poi, tra i tanti del codazzo, uno verrà fuori e loro non dovranno far altro che alzare il dito indice, puntarlo e, con voce decisa e al tempo stesso tremendamente sexy dire... "TU!".

E vi sembra facile? Non lo è affatto. Donne di questo tipo, solitamente pigre, egoiste e prepotenti... hanno le idee chiare e solitamente un ottimo intuito. Vogliono uomini determinati, con grande fantasia, spirito, intelligenza. Insomma, uomini che sappiano cogliere in ogni alzata di ciglia il segreto messaggio. Uomini che le facciano sentire uniche, difatti (e qui vi do la dritta...) fanno presa con loro frasi del tipo "nessuna mai come te..." oppure "mai amata nessuna così" e anche "sei la più bella che abbia mai tromb... ehm... amato".

Anche in questa categoria ci sono dei sottotipi. Il B1, cioè quella che si lascia prendere la mano, che si mostra esageratamente prepotente a scapito della porpria femminilità (perchè sempre donne siamo, per fortuna eh!). C'è il rischio di overdose da testosterone. La fortuna delle donne del sottotipo B1 è incontrare un uomo tendenzialmente remissivo ed accondiscendente. In caso contrario il pericolo è di passare 3 giorni su 7 nel più vicino pronto soccorso, ognuno gonfio come una melanzana matura. Altra alternativa delle B1 è del mordere senza fuggire. Dopo qualche mese di sfarfalleggiamento sono capaci di infilarsi nel letto con Ugo e di svegliarsi con Piero. Purtroppo è un metodo che non da grandi soddisfazioni... Oddio, forse Ugo e Piero non sono della mia stessa opinione, ma io mi riferivo alla nostra B1!

Sottotipo B2. Che dire? E' una categoria molto particolare: sono delle vere api regine. Hanno determinazione, carattere e hanno bisogno solo di un valido motivo per lasciarsi andare. Molte sono del segno dell'acquario, vagamente artistoidi, attente ai particolari, sensibili al bello, ma non al bello comune e pre-confezionato. Vengono etichettate come "strane". In generale amano un tipo di rapporto paritario, nel senso che trattano il proprio compagno assolutamente alla pari, ma a loro volta vogliono essere trattate come Regine. E' un equilibrio sottilissimo e precario, difficilmente esaudibile, ma loro ci provano... Al massimo ve le vedrete sfilare davanti agli occhi con aria altezzosa e distratta, seguite dal solito codazzo.

Sottotipo B3. Le illogiche. Un esemplare unico al mondo! Quella che pensa "dimmi quello che voglio sentirmi dire e sii convincente e poi fai quello che cazzo ti pare!". Hanno un grande pregio: se ci si allinea con il "teorema" appena elencato non sono scassamaroni. Se non ci si allinea non mostra alcun interesse (e in effetti non ne ha), quindi nemmeno in questo caso, scassa. E' una formichina, costruisce il proprio mondo emotivo un mattoncino dopo l'altro, bisogna solo darle risposte e certezze. E tempo. E' attratta da maschi cazzuti, in effetti soffre della sindorme di Spirit... non so se avete presente il film di animazione della Walt Disney. Un pò come dire "io ti domo, ma solo io" oppure "sii bastardo con chi ti pare, ma...". Guai farsi domare completamente (lei perde interesse), guai non essere cazzuti con tutto il resto del mondo (lei perde stima e a breve interesse), guai a contraddirla quando è VERAMENTE incavolata. Insomma... guai! Sono guai a prescindere.

Io, una volta... tempo fa, ho conosciuto la sottotipo B3. Una forza della natura. Chissà che fine ha fatto!